Menu

Psr 2014-2020: iniqua attribuzione di risorse, interrogazione di Zinzi


Il consigliere regionale Gianpiero Zinzi ha depositato un'interrogazione indirizzata al Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, avente ad oggetto "Prime risultanze della Misura 4.1.1 del Piano di Sviluppo Rurale 2014/2020 in provincia di Caserta". L'interrogazione muove dall'approvazione della graduatoria provvisoria regionale per la Tipologia 4.1.1:"Supporto per gli investimenti nelle aziende agricole" del PSR Campania 2014/2020 - Periodo 09/08/2017 -03/05/2018 che evidenzia come l’andamento della spesa liquidabile per l’anno 2019, calcolata sulla base delle istruttorie portate a compimento nel biennio precedente, veda la provincia di Caserta al penultimo posto in Regione, a dispetto della sua estensione delle caratteristiche territoriali e del numero di aziende operanti sul proprio territorio. Nel testo il consigliere interroga la Giunta "per conoscere quali correttivi intenda apportare alle procedure di redistribuzione delle eventuali risorse aggiuntive, allo scopo di garantire nonché utili benefici al sistema produttivo di quelle Province ad oggi assegnatarie di risorse a dir poco irrisorie, e un più equo sviluppo economico del settore agroalimentare in Campania, anche valutando interventi perequativi che consentano una diversa distribuzione di tutte le risorse su base territoriale ovvero assegnando ad ogni singola provincia un budget predeterminato che tenga conto di tutte le variabili statistiche, economiche e territoriali per soddisfare le istanze delle imprese agricole, a partire da quelle che concorreranno a formare l'overbooking che si genererà a seguito dell'approvazione della graduatoria definitiva della Misura oggetto della presente interrogazione". In allegato l'interrogazione.

Leggi tutto...

Il Ministero delle Politiche agricole cerca 35 funzionari agrari: ecco il bando


E' stato pubblicato il bando del concorso, per esami, per la copertura di n. 35 posti nel profilo professionale di funzionario agrario nel ruolo del "Dipartimento dell’Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari del Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo". Per l’ammissione al concorso è richiesto il possesso dei seguenti requisiti: a) cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione europea, oppure cittadinanza di uno Stato diverso da quelli appartenenti all’Unione europea, qualora ricorrano le condizioni di cui all’art. 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, come modificato dall’art. 7 della legge 6 agosto 2013, n. 97; b) godimento dei diritti civili e politici; c) diploma di laurea (DL) in scienze agrarie, scienze e tecnologie alimentari, scienze forestali ed equipollenti; - laurea (L) appartenente a diverse classi di cui al decreto 16 marzo 2007 del Ministero dell’Università e della Ricerca e equiparate per la visione delle quali si rimanda al bando in allegato; idoneità fisica allo svolgimento delle mansioni relative al posto da ricoprire. Ai fini della verifica del possesso della predetta idoneità, l’Amministrazione procederà a sottoporre a visita medica preventiva di controllo gli aventi titolo all’assunzione in base alla vigente normativa; e) posizione regolare nei confronti del servizio di leva per i cittadini soggetti a tale obbligo. La domanda deve essere inviata entro le ore 23.59 del 29 agosto 2019. In allegato il bando. Clicca qui per ulteriori informazioni

Leggi tutto...

Fondi agricoltura, Zinzi: "Campania felix? Con questo centrosinistra è solo Salerno felix"


“Con questo governo regionale di centrosinistra passare da Campania Felix a Salerno Felix è un attimo. La distribuzione dei fondi assegnati alle province campane nell’ambito del PSR Campania 2014-2020 ne è la dimostrazione evidente. In base a questa ripartizione circa il 40% delle risorse complessive sarà assegnato solo alla provincia di Salerno, il restante 60% tra le altre quattro province. Una disparità inaccettabile". Così il consigliere regionale indipendente Gianpiero Zinzi che sul tema ha presentato un Question Time avente ad oggetto “Prime risultanze della programmazione PSR 2014/2020”. Per l’anno 2019 la spesa liquidabile delle Misure 4.1.1 e 4.1.2 ammonta a 327.995.757,19 euro. La somma viene ripartita in modo tale che - per citare l’esempio più eclatante - a Salerno arriveranno contributi per un importo quasi quattro volte superiore rispetto a quello previsto per la provincia di Caserta. Volendo fare un confronto pratico possiamo dire che ogni ettaro coltivato in provincia di Salerno “vale” 727,78 euro, contro i 331,20 euro di un ettaro casertano. Per il centrosinistra un ettaro beneventano è "quotato" 650,57 euro, quello napoletano 273,17 €, mentre un ettaro irpino "vale" 465,18 euro. Nel dettaglio: dei quasi 328milioni di euro da suddividere, 140.726.197,92 euro andranno ad aziende di Salerno (193.363 ettari coltivati); 35.571.675,77 euro a Terra di Lavoro (107.402 ettari coltivati); per Benevento (112.225 ettari coltivati) la cifra complessiva è pari a 73.010.529 euro; per Avellino (140.128 ettari coltivati) il contributo ammonta a 65.185.152 euro.

Leggi tutto...

Programmazione PSR 2014/2020 in Provincia di Caserta, Zinzi interroga De Luca


Il consigliere regionale Gianpiero Zinzi ha illustrato, nel corso del Question Time, un'interrogazione scritta ai sensi dell'art. 129 indirizzata al Presidente della Giunta regionale, Vincenzo De Luca, avente ad oggetto 'Prime risultanze della programmazione PSR 2014/2020 in Provincia di Caserta'. L'interrogazione muove dalla considerazione secondo la quale l'attuale sistema procedurale di assegnazione dei contributi stia generando, a fronte di un’elevata richiesta di domande da parte delle aziende del territorio, una iniqua distribuzione dei fondi. Secondo i dati: dei 327.995.757,19 € assegnati solo il 10,8% (35.571.675,77 €) andrà ad aziende di Caserta, mentre a Salerno andrà il 42,9 % (140.726.197,92 €); a Benevento ed Avellino rispettivamente il 22,2% e il 19,8%; ultima è la Provincia di Napoli, con il 4,3%, pari a 9.583.278,07 €, dato prevedibile, attesa   la minore percentuale di superfici agricole produttive rispetto al resto del territorio. Nel testo il consigliere interroga la Giunta regionale per conoscere "quali correttivi intenda apportare alle procedure di valutazione delle pratiche per una concreta accelerazione nonché per un più equo sviluppo economico del settore agroalimentare in Campania, anche valutando interventi perequativi che consentano una corretta distribuzione delle risorse su base territoriale, assegnando ad ogni singola provincia un budget predeterminato che tenga conto di tutte le variabili statistiche, economiche e territoriali". In allegato il testo dell'interrogazione.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

GIANPIERO ZINZI
Presidente III Commissione Speciale
Consiglio Regionale della Campania
NAPOLI - Centro Direzionale, Isola F/8 - 80143
Tel. 081/7783208 – 3974 – 3321
CASERTA - Corso Trieste 161 - 81100
email: zinzi.gia@consiglio.regione.campania.it
email: info@gianpierozinzi.it

face face face face face

Newsletter

Rimani aggiornato
Privacy e Termini di Utilizzo

Un po' di me

“Ci sono sempre due scelte nella vita: accettare le condizioni in cui viviamo o assumersi la responsabilità di cambiarle”.
Questa frase – che ho letto tempo fa - mi è sempre rimasta impressa e racchiude il senso della mia attività politica e del mio quotidiano impegno in Regione Campania. Sento la responsabilità di rappresentare i cittadini campani che il 1 giugno 2015 mi hanno eletto Consigliere regionale. 

Read More