Menu
Rassegna Stampa

UFFICIO STAMPA
Cristina Monaco - Cell. 393.322.00.62
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Caro Governatore, più attenzione per i bimbi autistici


Il consigliere regionale Gianpiero Zinzi ha pubblicato sulle colonne de 'Il Mattino', edizione Caserta, una lettera aperta indirizzata al Presidente della Giunta regionale Vincenzo De Luca per sollecitarlo ad una risoluzione della situazione relativa alla continuità delle cure per i bambini autistici. Di seguito il testo della lettera, in allegato la rassegna stampa

Caro Governatore,

l’incertezza nella programmazione della somministrazione delle terapie A.B.A per i bambini autistici e le forti preoccupazioni manifestatemi dai loro genitori mi hanno spinto ad indirizzarle questa lettera aperta. Ringrazio il direttore per l’ospitalità che mi consente – ancora una volta dopo il Question Time dello scorso 7 dicembre e l’interrogazione in forma scritta protocollata il 18 dicembre - di rendere pubblica una questione che mi sta particolarmente a cuore. Sarò schietto e diretto, come è solito fare lei quando siamo in aula: la Campania non può permettere che ai bambini autistici sia negata la continuità delle terapie A.B.A. Come certamente saprà l’ABA è l'Analisi Applicata del Comportamento (dall’inglese Applied Behavior Analysis) e secondo il Ministero della Salute è la terapia maggiormente efficace nella cura del disturbo dello spettro autistico. Nel dettaglio serve a monitorare i miglioramenti nelle specifiche abilità (ad esempio la capacità di comunicazione, il gioco, l’interazione sociale) riducendo al minimo episodi come le auto-lesioni e l’aggressività. L’Asl di Caserta ha avviato positivamente la sperimentazione coinvolgendo circa 400 bambini autistici. Bambini che in questo periodo hanno mostrato segni di miglioramento, con grande gioia anche delle famiglie che compiono sacrifici quotidiani perché ai loro figli non sia preclusa alcuna possibilità, perché non sia negato alcun diritto: tra questi, che non sia negata una stabile continuità terapeutica.

E, d’altra parte, perché dovrebbe esserlo?

Caro Presidente, all’Asl di Caserta la prima fase della sperimentazione si è conclusa il 31 dicembre di quest’anno. Il piano per il 2019, seppure annunciato, non è ancora partito. C’è – e certamente va dato atto della disponibilità – una nota del Direttore generale che prevede una proroga di tre mesi della terapia sperimentale per i bambini in cura, scongiurandone di fatto la momentanea interruzione. Lo confesso: mi ha rincuorato, ma mi ha anche fatto arrabbiare per la precarietà. Restano ancora senza risposta diversi interrogativi. Alcuni tecnici, riguardanti le modalità di espletamento dei bandi, altri di carattere puramente organizzativo. Ci saranno modi e sedi più opportune per discuterne. Adesso su queste colonne la domanda che le porgo è una ed è anche l’unica che interessa centinaia di famiglie: la Campania è in grado di garantire la continuità della cura sperimentale per i piccoli pazienti? Il 6 gennaio è per tradizione la festa dei bambini, di tutti i bambini. Ce ne sono alcuni per i quali il regalo più bello quest’anno non sarebbero solo dolci o giocattoli. Governatore, lanci un segnale e faccia un regalo a quei bambini speciali: dia certezze sulla continuità delle cure, velocizzi i tempi e rafforzi le risorse disponibili per questa terapia, per fare in modo che nessuno di loro resti indietro. Ma soprattutto ascolti i loro genitori, presti attenzione - come ho imparato a fare anch’io - alle loro esigenze, scoprirà che possono sembrare anche ‘diverse’, ma in fondo uguali a quelle di ogni altro genitore che lotta per garantire dignità ed un futuro ai propri figli.   

I

 

Leggi tutto...

A rischio le terapie per i bambini autistici, Question Time di Zinzi: "Risposta imbarazzante, la Giunta si impegni in una programmazione triennale"


Il consigliere regionale del gruppo Misto, Gianpiero Zinzi, nel corso della seduta di Question time ha interrogato la Giunta regionale sulla programmazione delle terapie per i bambini autistici. L’interrogazione ha preso le mosse da notizie di stampa secondo le quali la somministrazione del metodo A.B.A (Analisi Comportamentale Applicata) nei centri autorizzati dovrebbe terminare il 31 dicembre 2018, non sussistendo ad oggi garanzie di un prosieguo delle terapie. “Abbandonare cure e terapisti noti – ha dichiarato il consigliere regionale Gianpiero Zinzi - che risultano familiari ai pazienti può avere conseguenze drammatiche sui bambini in trattamento ABA che potrebbero anche arrivare a rifiutare la terapia se privati dei loro riferimenti. La risposta al mio Question Time, che nasce su stimolo delle famiglie che vivono la difficoltà di una mancata programmazione e di concerto con alcune associazioni di categoria, è stata deludente ed imbarazzante, oltre che incompleta. Assolviamo l’assessore regionale Marchiello che ci ha fornito una risposta sulla base delle indicazioni avute dalla Direzione generale della Tutela della Salute, così come prendiamo atto dell’attenzione assunta in passato dalla Giunta regionale sulla tematica, ma su questo – come su altri aspetti – c’è bisogno di una scelta chiara e non di spot che hanno la durata di un anno. Ho chiesto, pertanto, la disponibilità ad un tavolo regionale che consenta alle associazioni di familiari di poter avere chiarimenti in merito alle terapie e poter beneficiare di una programmazione che sia almeno triennale. Non possiamo permettere che queste terapie si fermino, neanche per un solo giorno”. Clicca qui per leggere il testo dell'interrogazione. In allegato la rassegna stampa. Qui puoi ascoltare la diretta facebook

Leggi tutto...

Aumento tariffe idriche, interrogazione di Zinzi: "Famiglie vessate ma zero servizi, invertire la tendenza"


Il consigliere regionale Gianpiero Zinzi, ha presentato un’interrogazione indirizzata all’Assessore regionale all’Ambiente, Fulvio Bonavitacola, avente ad oggetto “Aumenti del costo dell’acqua in bolletta”. L'interrogazione muove dal costante e progressivo aumento delle tariffe idriche per le comunità campane. In particolare si segnala lo schema regolatorio approvato dall’Ente d’Ambito Napoli – Volturno e confermato alla Società Italgas Acqua Spa che per il biennio 2018-2019 ha determinato l’ennesimo aumento in bolletta, stavolta dell’8,5%. “Un continuo salasso per le famiglie – ha spiegato Zinzi - che subiscono queste maggiorazioni senza neanche avere spiegazioni sui reali motivi che le hanno determinate. Un aumento che d’altra parte in Campania non si accompagna neanche a miglioramenti del servizio e che, proprio per questo, risulta difficilmente comprensibile ai cittadini. Si paga, ma non si riscontrano particolari indicatori nella qualità delle acque destinate al consumo umano né progressi nella depurazione delle acque. Bisogna invertire la tendenza”. Nel testo il consigliere Zinzi interroga la Giunta regionale “per un’azione finalizzata a contenere fin da subito eventuali e ulteriori aumenti del costo finale in bolletta". Clicca qui per leggere il testo dell'interrogazione e qui per la rassegna stampa

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

GIANPIERO ZINZI
Presidente III Commissione Speciale
Consiglio Regionale della Campania
NAPOLI - Centro Direzionale, Isola F/8 - 80143
Tel. 081/7783208 – 3974 – 3321
CASERTA - Corso Trieste 161 - 81100
email: zinzi.gia@consiglio.regione.campania.it
email: info@gianpierozinzi.it

face face face face face

Newsletter

Rimani aggiornato
Privacy e Termini di Utilizzo

Un po' di me

“Ci sono sempre due scelte nella vita: accettare le condizioni in cui viviamo o assumersi la responsabilità di cambiarle”.
Questa frase – che ho letto tempo fa - mi è sempre rimasta impressa e racchiude il senso della mia attività politica e del mio quotidiano impegno in Regione Campania. Sento la responsabilità di rappresentare i cittadini campani che il 1 giugno 2015 mi hanno eletto Consigliere regionale. 

Read More